Insegnamenti I & II Livello
Programma dell'insegnamento: Industrial organization e teoria deigiochi
Corsi di Laurea
CPA, MRM, Smec
Codice Cfu Insegnamento
207PP12Industrial organization e teoria deigiochi
Semestre
I sem.
Docente
De Bonis Valeria
tel: 050-2216382  email: debonis@ec.unipi.it
Ore di lezione
84

Oggetto
Approfondimenti dell'analisi economica dell’organizzazione industriale attraverso gli strumenti forniti dalla teoria dei giochi.

Apprendimento in termini di conoscenza
Obiettivo del corso č fornire allo studente gli strumenti fondamentali per la rappresentazione e l'interpretazione dei principali problemi di organizzazione industriale.

Programma
Il corso si compone di tre parti. La prima parte presenta gli strumenti della Teoria dei Giochi al fine di fornire una metodologia di studio delle interazioni tra agenti economici, poi applicata all’analisi di problemi di organizzazione industriale. Nella seconda parte, dopo un richiamo dei temi principali dell'Economia Industriale, vengono studiati alcuni modelli economici su temi specifici. Infine, la terza parte del corso studia il ruolo degli incentivi nell’interazione tra agenti economici, con particolare riferimento alle applicazioni del modello Principale-Agente e dei modelli di incompletezza contrattuale.

I parte: teoria dei giochi e organizzazione industriale. Introduzione. Le regole del gioco: definizioni di base; strategie dominanti; dominanza iterata; equilibrio di Nash; punti focali. Informazione: forma normale e forma estesa; insiemi informativi; informazione perfetta, certa, simmetrica, completa; giochi bayesiani e trasformazione di Harsanyi. Strategie miste e strategie continue. Strategie di prezzo e differenziazione del prodotto: equilibrio di Cournot; equilibrio di Bertrand; modelli di Hotelling;monopolio con beni durevoli. Giochi dinamici: perfezione nei sottogiochi; Folk Theorem; equilibrio bayesiano perfetto. Entrata nel mercato; reputazione; prezzi predatori; finanziamento dell'impresa; innovazione e brevetti; scalate.
II parte: mercati di monopolio e oligopolio e politica della concorrenza. Politica della concorrenza: storia, obiettivi, normativa. Potere di mercato e benessere sociale. Definizione di mercato rilevante e valutazione del potere di mercato. Collusione e accordi orizzontali. Fusioni orizzontali. Restrizioni verticali e fusioni verticali. Condotte predatorie, monopolizzazione e altre pratiche abusive. Casi antitrust.
III parte: organizzazione e rapporto d'agenzia. Il rapporto d'agenzia. Analisi economica dei contratti di lavoro.

Testi consigliati per l'esame
Motta M., Polo M. (2005), Antitrust: Economia e politica della concorrenza, Bologna, Il Mulino, integrato con: a) Tirole J. (1991), Teoria dell’organizzazione industriale (rist. 4, 2008), Milano, Hoepli, par. 1.1.3, 1.3, 7.1.1.1, cap. 11; b) Brosio G., Introduzione all'economia dell'organizzazione, 2004, Carocci, cap. 7 e 8.

Testi consigliati per la consultazione
Schotter A. (2009), Microeconomia (quarta edizione), Torino, G. Giappichelli editore.
Tirole J. (1991), Teoria dell’organizzazione industriale (rist. 4, 2008), Milano, Hoepli.

prova di esame
L'esame prevede una prova scritta.

indicazione agli studenti
L’intero programma viene svolto a lezione.
indietro