Insegnamenti I & II Livello
Programma dell'insegnamento: Analisi del comportamento del consumatore (I modulo)
Corsi di Laurea
MRM
Codice Cfu Insegnamento
PP8695Analisi del comportamento del consumatore (I modulo)
Semestre
I sem.
Docente
Dalli Daniele
tel: 050-2216347  email: dalli@ec.unipi.it
Collaboratori
Dott. Giacomo Gistri

Oggetto
Agli studenti saranno forniti modelli e strumenti per la comprensione del comportamento del consumatore in contesti e situazioni diversi.

Programma
Il corso si articola in due moduli.

Modulo A: di tipo introduttivo e dedicato all'approfondimento della letteratura teorica disponibile sulla materia. Un volta definito il quadro d'insieme degli approcci disponibili saranno approfonditi i modelli di stampo più tradizionale (scuola cognitivista e behaviorista) per poi spostare l'attenzione sugli approcci emergenti, definiti in letteratura come "consumer culture theory". Come approfondimento monografico sarà studiato il product placement cinematografico.

Modulo B: di tipo applicativo e di approfondimento. Saranno analizzati alcune aree tematiche della ricerca sui consumi: l'economia del regalo; le comunità di consumo, il rapporto tra il consumatore e la marca. Come approfondimento monografico sarà studiato il caso delle marche sgradite, ovvero le reazioni negative dei consumatori alle marche dei beni di consumo.

Testi consigliati per l'esame
Modulo A (testi disponibili presso il docente):
Dalli, D., 2004, La ricerca sul comportamento del consumatore: lo stato dell’arte in Italia e all’estero, in Mercati e competitività. Rivista della Società Italiana di Marketing, n. 0, novembre, pp. 45-65
Arnould, E.J., Thompson, C.J., 2005, Consumer Culture Theory (CCT): Twenty Years of Research, in Journal of Consumer Research, 31, 4, pp. 868-883
Cova, B., 2005, Thinking of marketing in meridian terms, in Marketing Theory, 5, 2, pp. 205-214
Shankar, A., Cherrier, H., Canniford, R., 2006, "Consumer empowerment: a Foucauldian interpretation", European Journal of Marketing, 40 (9/10), pp. 1013-30
Dalli, D., Gistri, G. (2006) Consumption symbols at the cinema: Italian masters’ movies (1945- 1975). European Advances in Consumer Research, 7, in K.M. Ekström, H. Brembeck (Eds). Proceedings of the 2005 European Conference

Modulo B (testi disponibili presso il docente):
Dalli, D., Corciolani, M., Releasing books into the wild. Communal gift giving at Bookcrossing.com (working paper)
Dalli, D., Corciolani, M., 2008, Collective forms of resistance: the transformative power of moderate communities. Evidence from the BookCrossing case, in International Journal of Market Research, 50, 6
Giesler, M., 2006, Consumer Gift Systems, in Journal of Consumer Research, 33, 3, pp. 283-290
Dalli, D., Romani, S., Gistri, G., 2006, Brand Dislike: Representing The Negative Side of Consumer Preferences, in Pechman, C., Price, L. (eds), Advances in Consumer Research, 33, Proceedings of the 2005 Annual ACR Conference
Romani, S., Grappi, S., Dalli, D., I feel unease with this brand! Consumers’ negative emotions to brands and behavioral responses (working paper)
Thomson, M., MacInnis, D.J., Park, C.W., 2005, The ties that bind: Measuring the strength of consumers' emotional attachments to brands, in Journal of Consumer Psychology, 15, 1, pp. 77-91
Dalli, D., Bartoli, M., Corciolani, M., under review, Collective forms of consumption: integration with the market vs. antagonism toward the market (working paper)

Testi consigliati per la consultazione
Dalli, D., Romani, S., Il comportamento del consumatore. Acquisti e consumi in una prospettiva di marketing, Milano, Angeli, 2004.
Arnould, E., Price, L., Zinkhan, G.M., Consumers, II ed., Mc Graw Hill, 2003.
Fabris, G., Il nuovo consumatore: verso il postmoderno, Angeli, 2003.

indicazione agli studenti
Nel corso delle lezioni saranno svolte esercitazioni sugli argomenti oggetto di lezione, la cui valutazione, insieme alla considerazione della frequenza e del contributo fornito a lezione, saranno utilizzati a integrazione della valutazione tradizionale, tramite esame orale.
Si consiglia la frequenza, in ragione delle attività che si svolgeranno in aula e che saranno oggetto di valutazione.
indietro